Valentina Escobar

Valentina  Escobar

VALENTINA ESCOBAR 

REGISTA E COREOGRAFA

  

Nata a Milano nel 1982, dopo aver studiato pianoforte per dieci anni, canto lirico con Rita Patané,  danza e recitazione con Narcisa Bonati, aver frequentato la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi e le Masterclass del Piccolo Teatro di Milano con Peter Brook, Peter Stein e altri importanti registi del panorama teatrale europeo, inizia la sua intensa e apprezzata attività professionale di aiuto regista, regista collaboratrice, regista e coreografa per spettacoli di lirica e prosa, frutto di quindici anni di intenso lavoro al fianco di grandi Maestri quali Henning Brockhaus, Carlo Battistoni, Marise Flach, Robert Carsen,  con memorabili interpreti come il M° Zubin Metha, il M° Daniel Oren, il M° Stefan Anton Reck, il M° John Neschling, Tiziana Fabbricini, Mariella Devia, Maria Guleghina, Dimitra Theodossiou, Sonia Ganassi, Eva Mei, Leo Nucci, Silvano Caroli, Sonia Prina, Gregory Kunde, Francesco Meli, Roberto Frontali,  Roberto Scandiuzzi, Elena Ghiaurov, Andrea Jonasson, Valeria Moriconi ( solo per citarne alcuni) in importanti Istituzioni Teatrali e Musicali tra le quali  il Teatro Stabile Metastasio di Prato, il Teatro Vittorio Gassman di Roma,  il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro Litta-Stabile di Innovazione di Milano, Teatro Gioco Vita- Stabile di Innovazione di Piacenza, L’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, La Fondazione Arena di Verona, il Teatro del  Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Verdi di Trieste , Il Teatro Massimo di Palermo, Il Teatro Petruzzelli di Bari, Il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Lirico di Cagliari, La Fondazione Toscanini di Parma, il Teatro Comunale di Bologna, Il Teatro Regio di Parma, Il Festival Verdi di Busseto,  il Teatro San Carlo di Napoli, La Royal Opera House di Muscat, Il Teatro d'Opera e Balletto di Astana, il Teatro Municipal  di Sao Paulo del Brasil, Il Teatro La Maestranza di Siviglia,  il Festival della Valle D'Itria di Martina Franca e il Macerata Opera Festival Arena Sferisterio, Il Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena ,Il Teatro Alighieri di Ravenna, il Teatro Municipale di Piacenza , Il Teatro Comunale di Ferrara,  Il Teatro Verdi di Salerno, il Teatro Verdi di Busseto, L'Opéra di Toulon, il Teatro dell'Opera di Melbourne e  la Royal Opera de Wallonie di Liége.

I suoi spettacoli, le sue regie e le sue coreografie sono state apprezzate dal pubblico, dalla critica e dagli operatori teatrali italiani e internazionali; sono stati definiti : "eleganti e a tono, dinamici, molto piacevoli, sagaci, divertenti, adrenalinici, filologici, vivaci e a caccia di nuovi spunti, ironici, corposi e suggestivi, brillanti e nel contempo capaci di far riflettere", eccellenti.

Nell'aprile 2016 La Traviata con le sue coreografie , la regia di Henning Brockhaus, le storiche scenografie di Josef Svoboda  e i costumi di Giancarlo Colis ha vinto l'Oscar della lirica come miglior spettacolo

Quello di Valentina Escobar vuole essere un teatro umano poetico nel quale gli interpreti non siano sempre solo o attori o cantanti, ma in grado di alternare l'intensità drammatica e comica a quella musicale, andando nella profondità dell'animo, un teatro dove i personaggi siano il più possibile veromisimili, "vivi", affascinanti , intriganti e divertenti con un cuore, un'anima, una ragione e non solo scritti,"morti", attaccati alle pagine di un copione o di uno spartito musicale; dei personaggi che sappiano emozionarsi , affascinare, incantare, ragionare in modo tale che il pubblico possa riflettersi in loro, rispecchiarsi,e possa tornare a sognare lasciando spazio alla sua emotività più profonda, a sviluppare la propria fantasia, la propria capacità razionale e creatività insieme a loro.

Tra i numerosi spettacoli per i quali ha lavorato ama ricordare il Così fan tutte di Mozart- Strehler con la regia di Carlo Battistoni al Teatro Verdi di Trieste, La Clemenza di Tito , Gianni Schicchi, la Voix humain ,Walküre, Siegfried e Götterdämmerung ( Teatro Petruzzelli di Bari) e Madre coraggio e i suoi figli  con la regia di Robert Carsen, due allestimenti di Tosca al Teatro Petruzzelli di Bari, Idomeneo, Semiramide di Meyerbeer, Salomé, Re Lear di Piccinni, Iphigenie auf Tauris di Gluck-Strauss, Napoli Milionaria  di Rota di cui è stato realizzato il dvd in commercio, Rodelinda regina dei Longobardi, La cambiale di Matrimonio di Rossini, Giulio Cesare di Haendel diretta da Ottavio Dantone, Pagliacci e Cavalleria Rusticana, Il Viaggio a Reims  al Teatro Verdi di Busseto, Elisir d’amore e Norma diretta da Daniel Oren al Teatro Verdi di Salerno.

Tra quelli di cui ha curato regia, drammaturgia e coreografie ricorda con piacere Antonio e Cleopatra…passioni e poesie, La Dodicesima notte…amori e sogni, Le allegre comari di Windsor e Falstaff…..teatro, musica e poesia da lei creato in occasione dell’anno verdiano e Sogno di una notte di mezza estate ...incanti amorosi, poetici e musicali da Shakespeare e Mendelssohn alla commedia musicale, Le rane e il teatro....una città da salvare ( ispirato al capolavoro di Aristofane), Romeo e Giulietta... l'eternità di un amore passionale, poetico, teatrale e musicale da Shakespeare a Bellini e Gounod con musiche dal vivo, molto apprezzato dal caloroso ed eterogeneo pubblico ed elogiato dal M°Aldo Bernardi, Presidente e Direttore Artistico dell'Associazione Mozart Italia gemellata con il Stiftung Mozarteum di Salisburgo.

 

Particolarmente felice la sua collaborazione con Henning Brockhaus qualità di coreografa e, talvolta, regista per la ripresa , in occasione di molti spettacoli (spesso in tournè in importanti teatri italiani e internazionali ) tra i quali La serva padrona e atto senza parole, Traviata ( Teatro Massimo di Palermo, Royal Opera House di Muscat, Macerata Opera Festival, Teatro dell'Opera di Astana, Teatro Verdi di Trieste, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Filarmonico di Verona e Teatro dell'Opera di Toulon), Lucia di Lammermoor, Macbeth , Rigoletto al Teatro Massimo di Palermo, Let’s make an opera di Britten , Otello che ha ripreso personalmente al Teatro San Carlo di Napoli coprodotto con l'ente lirico palermitano, trasmesso oltre che da RAI 5  in diversi cinema di tutta Italia e di cui ha curato recentemente le coreografie al Teatro della Maestranza di Siviglia. Inoltre nell'autunno 2015 ha creato le coreografie di Lohengrin al Teatro Municipale di Sao Paulo del Brasil . Altri progetti in italia e all'estero ( Brasile, Korea, Messico, Belgio) come regista e coreografa in via di definizione.