Alessio Pianelli

  • violoncello
  • zona di rappresentanza: world management
  • management: Dario Mannino
  • sito web personale
Alessio  Pianelli

violoncellista e compositore siciliano, classe 1989, si diploma giovanissimo con lode al Conservatorio "V. Bellini" di Palermo sotto la guida di Giovanni Sollima.

Prosegue quindi la propria formazione nella classe di Thomas Demenga presso la Hochschule für Musik di Basilea, città dove tuttora risiede dopo aver conseguito "mit Auszeichnung" il “Master Performance” ed il “Master Soloist”, ricevendo dal governo svizzero lo Stipendium der Schweizerischen Eidgenossenschaft. A complemento della formazione accademica partecipa a corsi e masterclass d'interpretazione e musica da camera di M. Polidori, M. Brunello, R. Latzko, M. Kliegel, E. Bronzi, G. Gnocchi, V. Erben, W. Boettcher.

Luigi Fait lo definisce «un asso del violoncello». Stanno a confermarlo le molte vittorie in concorsi nazionali e internazionali: Rassegna d'Archi di Vittorio Veneto, Grand Prize Ibla, primo premio e premio speciale "Città di Porec" all' International Cello Competition "Antonio Janigro" 2016,  primo premio e premio del pubblico allo Schenk Stiftung Wettbewerb di Zofingen, premio 2013 della Fondazione Renzo Giubergia, terzo premio all’International Cello Competition “B. Mazzacurati” 2016.

Fin da giovanissimo condivide il palco con musicisti di livello internazionale tra i quali M. Brunello, G. Tavares, G. Sollima, I. Monighetti, T. Demenga, S. Simionescu, V. Jacobsen, A. Oprean, M. Maisky, T. Mork, F. Benda, A. Kernjak, M. Piketty, T. Schabenberger. Suona da solista con orchestre sinfoniche e da camera quali l’Orchestra 1813 del Teatro Sociale di Como, Neues Orchester Basel, l’Orchestra dell'Ente Luglio Musicale Trapanese, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, I Musici di Parma, l’Aargauer Sinfonie Orchester, l’Orchestra da camera Desono, la Sinfonieorchester Basel, la Philarmonie Baden-Baden, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

L'attitudine di Alessio per il dialogo e la condivisione di esperienze si realizza anche in una appassionata attività cameristica, con formazioni stabili come l' Avos Piano Quartet e l'Ambra Piano Trio, con le quali effettua tournée in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Belgio e Giappone.

L'interesse per la musica d'oggi è un’ulteriore naturale declinazione della ricerca di Alessio, realizzata tra l'altro, nelle pubblicazioni degli album "Quaderno di Danze e Battaglie dell'Opera dei Pupi" con le musiche del siciliano G. Cuticchio (label Sonzogno/Egea) e “Marco Nodari, Chamber Music Works” con i 2 trii per pianoforte e il trio per archi del bresciano M. Nodari (label Concerto). Nel 2015, inoltre, incide con l’Avos Piano Quartet i quartetti op. 47 di Schumann e op. 25 di Brahms per l’etichetta giapponese  “Livenotes Nami Records”.

Dal 2014, Alessio, ha iniziato un progetto a lungo termine con la eclettica factory discografica Almendra Music da cui sono nate le pubblicazioni di "Prelude", album di debutto solistico con musiche di J.S.Bach, Weinberg, Demenga (prima incisione mondiale) e Tsintsadze e, nel 2016, l’album “Hindemith, Beethoven, Brahms” in duo con il pianista Mario Montore. Nel febbraio 2017 è prevista l’uscita del terzo cd “Sulla Quarta” con musiche di Bach e Sollima per violoncello solo e un proprio brano per 2 violoncelli.

All’attività di violoncellista, Alessio affianca quella di compositore, per avere una ulteriore esplorazione, da un diverso punto di vista del suo strumento.

Il suo brano per due violoncelli “Sulla Quarta” del 2015 è stato pubblicato dalla casa editrice Mueller&Schade di Berna.

Nel giugno 2016 la sua composizione “Tanzen Wir!” vince il primo premio al concorso di composizione “In clausura” organizzato da Ravenna Festival e 100cellos. Il brano verrà successivamente pubblicato dalla casa musicale Sonzogno e inciso per “Decca”. Nell’ottobre del 2017 debutterà per gli Amici della Musica di Firenze, a fianco della pianista Leonora Armellini.

Alessio suona un violoncello Evasio Emilio Guerra – Torino 1921.